Archivio di marzo 2010

gas1L’Autorità per l’Energia e i Gas informa consumatori e utenti di un prossimo calo delle bollette dell’energia elettrica (-3,1%), ma anche di un aumento per quelle del gas (+3,6%). Le variazioni, stabilite dall’Autorità per l’energia, riguardano i prezzi di riferimento del secondo trimestre 2010, destinati al servizio di tutela per famiglie e piccole aziende che non siano ancora passate al libero mercato.
Per l’energia elettrica, l’Autorità ha stabilito una diminuzione del 3,1% proseguendo così con le riduzioni già registrate nel corso del 2009 e nel primo trimestre di quest’anno. La spesa media per l’elettricità di una famiglia tipo si riduce ora di circa 13 euro su base annua; questa nuova riduzione si somma a quelle di 39 euro del 2009 e di 10 euro del primo trimestre 2010.
Si registra invece un incremento dei prezzi di riferimento del gas naturale per effetto dell’elevato livello delle quotazioni internazionali dei prodotti petroliferi e soprattutto delle costose asimmetrie ancora evidenti rispetto al settore elettrico; i mercati internazionale e nazionale del gas sono infatti ancora caratterizzati da livelli insoddisfacenti di concorrenza e di efficienza. Per una famiglia tipo – informa l’Autorità – si determina ora una maggior spesa di 34 euro, su base annua. Va tuttavia ricordato che le forti riduzioni dei prezzi gas registrate nel corso del 2009 (-16,4,%) consentono di mantenere la spesa annua ancora inferiore, di 32 euro, rispetto a quella del 1° aprile 2009.
Inoltre, la spesa totale per elettricità e gas di una famiglia tipo resta inferiore del 4%, su base annua, rispetto a quella del 1° aprile 2009 (- 59 euro rispetto allo scorso anno).

Maggiori informazioni sul sito dell’Autorità: www.autorita.energia.it

gas1L’Autorità per l’energia elettrica e il gas informa che in un vicino futuro i consumatori domestici potranno godere di maggiori garanzie e di ulteriori coperture assicurative in caso di incidenti provocati da fughe di gas.  Questa la proposta dell”Autorità contenuta in un documento posto in pubblica consultazione, in previsione di un provvedimento da adottare per il rinnovo dell’assicurazione nazionale obbligatoria contro gli incidenti causati da gas distribuito in rete, di cui già beneficiano circa 20 milioni di famiglie.
Per rafforzare ed ampliare le tutele a favore dei clienti domestici, l’Autorità propone: il raddoppio della copertura assicurativa per responsabilità civile verso terzi; la possibilità di ottenere un anticipo dei  risarcimenti per far fronte alle necessità più urgenti; l’attivazione di una speciale assistenza per eventuali cure sanitarie o per la perdita della casa.
L’assicurazione riguarda tutti i consumatori e tutti coloro che fossero coinvolti in incidenti causati dall’uso del gas (infortuni, incendi e responsabilità civile).

Più in dettaglio, tra le proposte più rilevanti presentate dall’Autorità vi sono:

  • l’aumento dagli attuali 6,5 a 10-12 milioni di euro del massimale per la responsabilità civile verso terzi, affinché anche incidenti particolarmente rilevanti possano trovare adeguata copertura;
  • l’erogazione di un anticipo sui risarcimenti che consenta di far fronte almeno alle necessità più urgenti;
  • la previsione di penali a carico della compagnia di assicurazione per i casi di ritardo nei rimborsi ad essa imputabile;
  • l’eventuale introduzione di un programma di tipo assistenziale specificatamente rivolto alle esigenze derivanti dalla perdita della dimora e dalle immediate necessità di carattere sanitario nel caso di incidenti rilevanti.

Le nuove proposte dell’Autorità riguardano il rinnovo, per il periodo 1 ottobre 2010-31 dicembre 2013, dell’assicurazione già in vigore. In effetti, con la delibera 152 del 2003, l’Autorità per l’energia ha da tempo stabilito che chiunque utilizzi gas metano o altro tipo di gas fornito tramite reti di distribuzione urbana o reti di trasporto, possa automaticamente godere di un’assicurazione automatica contro incidenti da gas. L’assicurazione copre la responsabilità civile nei confronti di terzi, gli incendi e gli infortuni, che abbiano origine a valle del contatore negli impianti e negli apparecchi a valle del punto di consegna del gas. L’assicurazione contro incidenti da gas è attualmente coperta da una apposita componente tariffaria che pesa in bolletta per meno di 40 centesimi di euro all’anno.

farmermarketVendita diretta di frutta e ortaggi di qualità da parte degli imprenditori agricoli del territorio di produzione, con abbattimento dei costi di trasporto delle merci e conseguente diminuzione di traffico e inquinamento. Questi, in breve, gli elementi salienti che caratterizzano i “Farmer market”, i mercati agricoli di vendita diretta, a seguito dell’approvazione da parte del Consiglio dei Ministri dell’1 marzo 2010 del DdL recante “norme per la valorizzazione dei prodotti agricoli provenienti da filiera corta e di qualità”. Il provvedimento impone un passo di qualità diverso e si aggiunge alle norme in materia di sicurezza alimentare, definendo principi importanti in materia di mercati agricoli riservati alla vendita diretta da parte degli imprenditori: non solo la modalità di vendita e la trasparenza dei prezzi, ma anche una maggiore verificabilità della qualità dei prodotti: dalla semina, produzione e lavorazione, alla vendita. Anche le attività delle pubbliche amministrazioni locali competenti saranno così impegnate nel processo di diffusione capillare di questi mercati agricoli di vendita diretta: per la promozione dello sviluppo locale, una migliore conoscenza delle caratteristiche dei processi di trasformazione, nonché delle tradizioni rurali e produttive e per un consumo di prodotti agricoli ottenuti nel rispetto dell’ambiente.