Finalmente, anche la Sicilia passa alle trasmissioni televisive digitali. Da oggi, 11 giugno, alcune isole spengono il segnale analogico e la tv si vede solamente in digitale. Si tratta di Ustica, Pantelleria, Linosa e Lampedusa. E’ solo l’inizio di un percorso che si completerà il 4 luglio con Palermo e parte della provincia.

Il calendario dello spegnimento del vecchio segnale analogico (il cosiddetto “switch off”) è il seguente:

  • 11 e 12 giugno Isole di Ustica,Pantelleria, Linosa e Lampedusa;
  • 15 giugno Messina e costa ionica della provincia,Isole Eolie;
  • 19 giugno Catania, Caltanissetta, Enna, Ragusa,Siracusa e parte delle province;
  • 20 giugno Capo Passero e parte delle province di Ragusa e Siracusa;
  • 21 e 22 giugno Agrigento e provincia, parte delle province di Caltanissetta , Palermo e Trapani;
  • 2 luglio Trapani e provincia, Isole Egadi e parte della provincia di Palermo;
  • 3 luglio parte tirrenica provincia di Messina e parte provincia Enna e Catania;
  • 4 luglio Palermo e parte della provincia.

Per evitare le corse dell’ultimo minuto, e magari rischiare di perdere la finale degli Europei, da mesi raccomandiamo di predisporre per tempo il passaggio al nuovo sistema, aggiornando i propri televisori dotandoli di un decoder esterno oppure sostituendoli con modelli con decoder già integrato e, soprattutto, verificando che la propria antenna sia adatta a ricevere il nuovo segnale digitale che, rispetto al vecchio analogico, è un po’ più “schizzinoso” e deve essere ricevuto perfettamente senza interferenze o cali di segnale.

Fiutando l’affare, nel frattempo sono spuntati come funghi antennisti fai da te improvvisati, che non sempre riescono a garantire risultati professionali al giusto prezzo. A tal proposito, il Corecom Sicilia (Comitato Regionale per le Comunicazioni), ha proposto agli installatori un protocollo di intesa a prezzi fissi per le operazioni più comuni di aggiornamento, mettendo così al riparo i consumatori da spiacevoli sorprese.

Sul sito del Corecom (clicca qui per visitarlo) è possibile scaricare il listino convenzionato, l’elenco degli installatori che hanno aderito, nonché una serie di istruzioni pratiche per configurare in autonomia il decoder acquistato, per esempio, in un negozio specializzato o in un centro commerciale.

Il consiglio della Lega Consumatori Sicilia è quello di non affidarsi a personale non qualificato, anche per evitare conseguenze nel caso di incidenti (se l’amico dell’amico aggiustatutto cade dal balcone installando la nuova antenna chi risponde?), bensì rivolgersi ad un professionista, al quale si deve chiedere sempre sia il preventivo che la ricevuta fiscale per la garanzia del lavoro svolto.

Lascia un Commento

Tag